Apple cerca di combattere la pirateria promuovendo una nuova sezione in AppStore: “Try Before You Buy”

Spulciando l’AppStore americano, ho notato che Apple ha appena aperto una nuova sezione chiamata “Free On the App Store” dove vengono raccolte, in ben 3 categorie, le migliori applicazioni gratuite, assolutamente da avere o quanto meno da provare sui vostri dispositivi. Ho notato che il link funziona anche in Italia e quindi di seguito vi illustro la sezione, divisa in 3 parti:

La prima categoria si chiama “Nuove e Degne di Nota” e racchiude varie applicazioni rilasciate da poco  e che dovete provare.

La seconda invece si chiama “Try Before You Buy” dove troviamo tutte le versioni Lite dei giochi o degli applicativi più famosi e validi che meritano sicuramente il download. Tra questi troviamo anche Angry Birds, Air Mouse, geoDefense, Zen Bound, Labyrinth, NOVA e tantissimi altri titoli che vi consiglio, perchè sono veramente ben selezionati e se non li conoscete, dovete provarli.

La terza invece si chiama “Our Favorites” e troviamo Facebook, Twitter, SoundHound, Waze, ed altre 62 applicazioni.

In definitiva, questa nuova sezione di Apple include tutte le migliori applicazioni gratuite e soprattutto la possibilità di provarle prima di acquistarle. Un tentativo probabilmente mirato a dare una maggiore importanza a questa cosa, riducendo anche la pirateria. Potete accedere alla nuova sezione, sia da iPhone che dal computer, cliccando su questo link.

36 responses to this post.

  1. Posted by Squit on 06/08/2010 at 02:32

    Grande!

    Rispondi

  2. Posted by JessicaRabbit on 06/08/2010 at 02:34

    un passo in avanti anche per contrastare le app pirata

    Rispondi

  3. […] This post was mentioned on Twitter by ispazio, iAndrea. iAndrea said: Free On the App Store: La nuova sezione di Apple con tutte le migliori applicazioni Gratuite e quelle da “Provare … http://bit.ly/926C8w […]

    Rispondi

  4. Posted by UomoFocaccina on 06/08/2010 at 02:57

    Invece secondo me dovrebbe fare come google! Rimborsare i clienti insoddisfatti di una app pagata! Google non do quando tempo da, ma il necessario per testare l’appoggio sotto le proprie grinfie e poi restituirla. E il tutto senza troppe reclamazioni, perché è una funzionalità base del market androidiano! Mentre la Apple ti restituisce i sindoni soltanto previa reclamazione! Comunque è sempre una buona iniziativa questa della Apple! Ma sarebbe più perfetta se aggiungesse quella possibilità😦

    Rispondi

    • Posted by Jena on 06/08/2010 at 03:02

      Hai scritto un sacco di strafalcioni my friend!😀
      Buttaci un occhio!😉

      Rispondi

    • Posted by UomoFocaccina on 06/08/2010 at 03:03

      Maledetta autocorrezzione😄 Devo assolutamente toglierla!
      Volevo dire:
      Non so google Quando tempo dá, ma il necessario per farti testare l’app sotto…

      Apple ti restituisce i dindini

      Rispondi

      • Posted by Tiki on 06/08/2010 at 04:35

        Reclamazione non è un autocorrezione perché è una parola inesistente.

      • Posted by JessicaRabbit on 06/08/2010 at 04:50

        uomofocaccina
        ti mangio

      • Posted by UomoFocaccina on 06/08/2010 at 12:52

        Tiki chi te l’ha detto che non esiste? Che vocabolario hai? Io sul devoto oli l’ho trovato😄 Vedi bene su uno migliore!
        Jessica, non mangiarmi😥

  5. Posted by Nikil on 06/08/2010 at 03:16

    Il jb non è solo per le app pirata! Ma per tanto altro! Vero multitasting, bluetooth, sbs, imobilecinema e tanto altro!! Applicazioni che tutti noi usiamo tutti i giorni!!

    Rispondi

    • Posted by UomoFocaccina on 06/08/2010 at 03:22

      Per questo la Apple lo odia così tanto. Perché poi chi jailbrekka, cerca istintivamente di metterci dentro app crakkate. O c’è chi lo fa apposta. Alla Apple rode tutto questo, rode al suo portafoglio e ha ragione (da azienda).

      Rispondi

    • Posted by Paolo L on 06/08/2010 at 03:52

      L`altra cosa importante per chi ha un iPhone bloccato e` appunto l`unlock.! Io sono in Giappone e non mi va di comprare due iPhone per poterli usare in Italia e in Giappone. Sbloccandolo posso usarne uno solo con due sim (giapponese e italiana). Se poi per fare l`unlock e` necessario fare prima il jailbreak…. non e` colpa mia!
      In soldoni; a me interessa principalmente l`unlock piu` che il jialbreak, ma visto che sono collegati….

      Rispondi

      • Posted by Tiki on 06/08/2010 at 04:39

        Questa mossa di Apple avrebbe una funzione antipirateria solo se chi scarica app crackate lo facesse solo per provarle, io penso invece che gli scrocconi una volta scaricate se le tengono.

    • Posted by Pepticmass on 06/08/2010 at 07:56

      Che tu usi… Io proprio no

      Rispondi

    • Posted by C|-|rIs on 06/08/2010 at 09:59

      Nikil non so cosa tu abbia contro il multitasking nativo di iOS 4 ma, a mio avviso, funziona egregiamente!

      Rispondi

  6. Posted by LoVe on 06/08/2010 at 03:37

    Secondo me alla apple non rode + di tanto… cioè ne vende così tanti di prodotti… Io dico che alla fine va bene così con gente che fa il jb e gente che non lo fa…

    Io per esempio il jb l’ho fatto per installarci SBSetting e altre cavolate free reperibili da Cydia… fine…

    Rispondi

  7. Posted by wozzie on 06/08/2010 at 04:01

    è impossibile il rimborso perchè solo il 20% dell’app va ad apple, mentre il resto del ricavato allo sviluppatore.

    Rispondi

    • Posted by UomoFocaccina on 06/08/2010 at 04:08

      È possibile ma dietro c’è un iter che non ti dico :S

      Rispondi

      • Posted by JessicaRabbit on 06/08/2010 at 04:47

        no

        è il 30% ad Apple

        e il 70 allo sviluppatore

        e non c’è nessun iter complicato

        hai il tuo conto iTunes connect e vieni pagato

        io lo posso testimoniare sono già a quota 6000 euro

  8. Posted by JessicaRabbit on 06/08/2010 at 04:46

    Backgrounder e bitesms bellissimi ma non li usavo..cioè non mi servono..

    l’unica cosa che mi serviva su cydia era sbsett ma calcolando che il prezzo da pagare erano crash e rallentamenti l’ho tolto

    chi ha il JB non può sapere quanto vada meglio e più veloce iPhone senza il JB.

    io ora sto da dio senza

    e comunque FABIANO CONFUORTO ha detto una bugia secondo me
    Spulciando l’AppStore americano, ho notato che Apple ha appena aperto una nuova sezione

    ma l’hai letto su 9to5mac..me l’hai detto in chat..

    perchè raccontare balle???

    Rispondi

    • Posted by Pepticmass on 06/08/2010 at 08:06

      Straquoto io ho sempre jbreakkato tutto ma devo dire che da quando ho installato l’ios4 sul mio 3GS prima o ip4 ora ho rinunciato a tutto, non mi manca nulla, soprattutto fine paranoie con gli update, crash, batteria che dura il 20% in meno ecc… Inutile negarlo, con il jb ce n’era sempre una

      Rispondi

      • Posted by UmbeXXX on 06/08/2010 at 09:10

        Se apple autorizzasse Lockinfo e Sbsettings non mettesse limiti al 3g su itunes e appstore, permettesse mettere le proprie suonerie non facensole pagare come un album di canzoni…
        allora il jb non servirebbe.
        Poi dovrebbe obbligare chi vende applicazioni dai 30 euro in più a mettere la versione lite da provare per un periodo di tempo… Ho comperato navigatori che si sono dimostrati ciofeche.

        Io ho tenuto Navigon crakkato per un paio di mesi, poi l’ho acquistato. La stessa cosa con Im+, con todo etc… ho acquistato anche lockinfo, ifile, 3gunrestrictor ed altre applicazioni cydia

        Se non ci fosse stata la prova “gratuita” tramite crack, non avrei aquistato nulla oltre i 99cent…..

      • Posted by JessicaRabbit on 06/08/2010 at 16:25

        UMBEXX

        guarda che le suonerie puoi fartele benissimo da solo con programmi tipo amadeus pro o anche attraverso iTunes creando la versione AAC e poi andando in opzioni e mettendo un pezzo della canzone che vuoi tu massimo fino a 40 sec.

        si possono fare tutte le suonerie che vuoi e GRATIS

  9. Il tbb dovrebbe essere obbligatori per legge in tutto il mondo!🙂

    Rispondi

  10. Posted by donciak on 06/08/2010 at 09:19

    mi pare una bella idea!!
    ora, x quanto mi riguarda, c manca il bitesms, e poi sarei a posto😀
    (x quanto riguarda “funzioni” iphone”)

    Rispondi

  11. Posted by jonathan on 06/08/2010 at 10:02

    RAGAZZI CHE HANNO PRESO IPHPNE 4 ONLINE CON TIM…VENITE TUTTI SU FACE.BOOK ALL PAGINA DELLA TIM E FATE PROTESTA COME STIAMO GIA FACENDO IN 3 !!!! INFAMATELI E DITE LA VOSTRA ….COSI CI RISPONDANO COME HANNO FATTO IERI..

    Rispondi

  12. Posted by Emanuele on 06/08/2010 at 10:03

    Ho sempre sostenuto questa tipologia di concetto per il “prova e poi compra”, anche per la musica. Son finiti i tempi in cui si andava da Feltrinelli ad ascoltare la musica nelle cuffie. Io per capire se un pezzo mi piace devo ascoltarlo in santa pace a casa mia sul mio letto rilassato. Poi dopo l’acquisto

    Rispondi

    • Posted by gimbo69 on 06/08/2010 at 11:16

      Emanuele il tuo concetto non fa una piega.
      Probabilmente perchè tu sei una persona onesta.
      Ma sai quanta gente approfitterebbe di questa cosa ?.
      Dopo nemmeno 24 ore ci sarebbe già il modo di aggirare le eventuali protezioni e continuare ad ascoltarsi la musica senza avere speso un soldo.
      A me quello che fa in…..re è che come al solito per colpa di pochi ci si rimette tutti.
      E non venitemi a dire che è una questione di Try & Buy.
      Se sono tarato nel cervello sono tarato, per cui proverò l’applicazione e se mi piace la scaricherò comunque craccata.

      Rispondi

  13. Posted by Raffaele on 06/08/2010 at 10:21

    A me del jb non frega na mazza. Ma l’update per la vulnerabilità dei pdf quando lo buttano fuori?
    E che cavolo! devo stare attento pure che sito apro.

    Rispondi

  14. La mia applicazione, EasyStreet 1.0 , è presente da una settimana tra nuove e degne di nota nella zona navigatori

    Rispondi

  15. Naaaa questa sezione farà il solletico alla pirateria.

    Rispondi

  16. Posted by Roberto Zanoni on 28/09/2011 at 10:45

    se me lo permettete parlero’ della pirateria in generale:un po lungo ma sono esperienze personali che ho riscontrato in australia[dove l’iva è piu’ bassa..]
    chi crea,come me,deve avere un riconoscimento in natura economica qualora lo ritenesse opportuno.
    giustificare la liberta’ assoluta è sempre un problema..per 100 persone ci sono 4 persone che delinquono e questi vanno fermati per aiutare gli altri 96.
    la maggioranza..tutto qui..
    esprimere i pareri è sacrosanto ma bisogna sempre contestualizzare e capire con un pizzico di buon senso,che abbiamo tutti noi nel substrato emotivo per istinto,che certe cose non si possono fare anche se vogliamo.
    che poi la pirateria abbia un suo fascino e rientri nel marketing sono d’accordo ma è una pirateria “controllata”.
    io sono regista e musicista e,salvo alcune eccezioni di marketing promozionale in cui regalo le cose,voglio avere un riscontro economico.
    la soluzione in australia è stata fatta con il simple cd:materiale meno resistente che viene rovinato anche dal masterizzatore piu’ professionale.
    il cd,che costa 6 centesimi in se,abbassa il prezzo complessivo.
    qui in italia è l’unico modo per compensare l’iva.
    un cd da 20 euro di un cantante famoso,scende a 10 euro,senza intoccare i grandi guadagni.
    a quel punto,per 10 euro,avere un cd,con copertina,custodia e tanta roba “pura”[perche’ inevitabilmente un prodotto piratato ha sempre limitazioni in qualche modo anche se copiato bene]ha un senso e la gente spende volontieri..
    la qualita’,al prezzo giusto,paga sempre🙂

    per il resto,chi pirata,deve essere rintracciato dalle compagnie telefoniche con una burocrazia piu’ snella,senza dover attendere un mese per capire chi c’è dietro e con magistrati del settore “tutto d’un pezzo” che difendono l’indifendibile.
    la privacy è -sacrosanta- ma se qualcuno si nasconde in essa per danneggiare qualcuno,deve essere fermato.
    nel web ci sono migliaia di film in streaming quindi la questione è piu’ di “classico pirata” che gioca..qui c’è proprio una “societa” che,per un presunto bene etico,dona gratis materiale altrui..troppo facile!
    gli stessi pirati che sono andati nel mainstream hanno voluto essere retribuiti..quindi è ipocrisia malcelata!

    Rispondi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: