Pocket Informant, uno dei più completi GTD per iPhone, si aggiorna con alcune novità e bug fix | AppStore

Produttore: Web Information Solutions | Download: AppStore | Prezzo: 10.49€

Pocket Informant è una delle più complete GTD App presenti in AppStore, grazie al gran numero di features che offre. E’ stato da poco rilasciato in AppStore un update che lo porta alla versione 1.53, con alcune novità e qualche bug fix. Andiamo a vedere insieme il changelog ufficiale.

  • Ora vengono applicate correttamente le informazioni di progetto o contesto ai Task pre impostati
  • Migliorata le gestione dei task ricorsivi: ora la loro impostazione è più intuitiva
  • Migliorata la gestione delle notifiche di localizzazione
  • Risolto un problema che impediva il corretto aggiornamento della sezione “Today”
  • Risolto un problema che faceva scomparire la barra la barra superiore quando si selezionava più di un task in modalità edit
  • Altri miglioramenti

Pocket Informant è compatibile con iPhone ed iPod touch (mentre è disponibile la versione HD, specifica per iPad), richiede il firmware 3.1.3 o successive ed è localizzata in Inglese, Francese e Tedesco.

Annunci

10 responses to this post.

  1. Posted by Giangi on 26/08/2010 at 10:50

    A che serve?

    Rispondi

    • Posted by Francesco on 26/08/2010 at 10:59

      GTD vuol dire “getting things done” –> serve a portare le cose a termine”. In genere questo genere di programmi ti fanno prendere nota delle cose da fare o cose simili

      Rispondi

  2. Posted by s0000000000ka on 26/08/2010 at 11:07

    Azzarola 10.49 , la ricordavo a meno 😐

    Rispondi

  3. Posted by Alex on 26/08/2010 at 11:16

    se solo costasse meno di 1euro ne venderebbero naturalmente molte di + e alla fine si guadagnerebbe mille volte tanto

    quesi sviluppatori non li capisco

    non avranno studiato un po di economia…curve di rendimento ecc….

    Rispondi

  4. Posted by Embraze on 26/08/2010 at 12:10

    Non è una semplice To-Do-List è più una specie di Microsoft Project per compilare diagrammi di Gantt e roba simile.
    Insomma, ha senso a livello aziendale per coordinare l’attività lavorativa.
    E come prezzo, visto lo scopo, lo vedo onesto.
    A 1€ verrebbe scaricato da chiunque scambiandolo appunto per un To-Do manager (cosa che non credo che sia), otterrebbe valutazioni negative e colerebbe a picco.
    Per quel che fa, se funziona bene, potrebbe essere un buon software ad un prezzo onesto.

    Rispondi

    • Posted by Ma3x on 26/08/2010 at 13:18

      Embraze, ti sbagli: non è un software per gestire progetti tramite una sorta di diagrammi di Gantt, ma in realtà è proprio un To-Do Manager, anche se molto, ma molto avanzato.
      Il suo punto di forza è il fatto di integrare sia la gestione dei Todo, che degli eventi di calendario. Se si usa Calendar sincronizzato con GMail e si imposta la stessa sincronizzazione anche su PocketInformat, quest’ultimo può sostituire completamente Calendar di iPhone e ti permette di vedere sia i todo che gli appuntamenti in un’unica schermata Home. Ha inoltre la visualizzazione settimanale, mensile, giornaliera, ecc… del calendario e permette di gestire i todo seguendo alla perfezione le regole del GTD (Getting Things Done) di David Allen.

      Essendo l’unica nel suo genere, credo che quel prezzo lo valga tutto, anche perchè è in continuo aggiornamento con importanti aggiunte di funzionalità, cosa che denota una continua attività da parte degli sviluppatori.
      E’ vero, probabilmente un prezzo leggermente inferiore (tipo €7,99) gli permetterebbe di vendere molte più copie, ma credo anche che un prezzo intorno all’Euro non darebbe onore alla bellissima applicazione realizzata e al continuo supporto da parte degli sviluppatori.

      Ovvìa, sembro uno degli sviluppatori… 🙂 ma sono veramente entusiasta di questa app che usavo ai tempi di WindowsMobile 😉

      Ciauz

      Rispondi

      • grazie @Ma3x per la spiegazione data. Devo ammettere che la uso anch’io da qualche mese ed è in poche parole “l’app GTD” per eccellenza. 😉

  5. Posted by Embraze on 26/08/2010 at 12:11

    …o almeno credo ma potrei sbagliarmi. 🙂

    Rispondi

  6. Posted by dododio on 26/08/2010 at 16:37

    Io continuo ad attendere la lingua italiana.
    Visto il prezzo e l’alta complessità dell’app. (di cui conosco la verisone per wm) con l’inglese rischio di non sfruttarla pienamente.

    L’agenda è fantastica ed ha moltissime (se non infinite) opzioni di personalizzazione.
    Questo però la rende poco intuitiva ed a tratti difficile da utilizzare.

    Se però ci si fa la mano diventa indispensabile.

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: